Mostre
Karin Feurich
Karin Feurich
Karin Feurich
Ogni artista intinge il suo pennello nella propria anima e dipinge la propria natura nei suoi quadri Henry Ward Beecher
Biografia e Critiche
Nata a Lipsia in Germania, si sposa e vive con la sua famiglia a Carimate (Co) Riprendendo una naturale dote per la pittura, nel 1998 s’iscrive all’Accademia di Brera e frequenta il corso di pittura della Scuola degli Artefici con la professoressa/pittrice Luciana Manelli e termina con un Diploma. Partecipa alle esposizioni del Gruppo Culturale Pittori di Via Bagutta e del Naviglio. Opera a Milano ed in Toscana, dove è impegnata in numerosi programmi d’Arte, mostre personali e collettive.
Nata a Lipsia in Germania, si sposa e vive con la sua famiglia a Carimate (Co). Riprendendo una naturale dote per la pittura, nel 1998 s’iscrive all’Accademia di Brera e frequenta il corso di pittura della Scuola degli Artefici con la professoressa/pittrice Luciana Manelli e termina con un Diploma. Partecipa alle esposizioni del Gruppo Culturale Pittori di Via Bagutta e del Naviglio. Opera a Milano ed in Toscana, dove è impegnata in numerosi programmi d’Arte, mostre personali e collettive.
Francesco Arcangeli, il grande storico dell’arte, ebbe a scrivere a proposito di Giorgio Morandi che:”….L’arte, prima che un momento autonomo e distinto dello spirito umano è una traduzione ‘specifica’ e adeguata d’una determinata concezione della vita generata da un determinato esistere nella vita”. A me pare che simile definizione sia estremamente adeguata e calzante per definire, determinare e circoscrivere l’arte pittorica di Karin Feurich che nei suoi eccellenti lavori riesce a dar vita ad una propria personalissima, poetica in quanto espressione di una concezione della vita nata da un determinato, e tutto suo, modo di proporsi e di porsi alla e nella vita. Da tutto ciò prende vita una singolare creazione poetica nella quale la brava pittrice, tedesca di origine ma oramai italiana per adozioni e affetti, profonde i sentimenti più veri e più intimi del proprio essere donna, e artista, riuscendo a proporre una pittura di forte impatto estetico, di gradevole piacevolezza e di sicura resa emotiva.
Francesco Arcangeli, il grande storico dell’arte, ebbe a scrivere a proposito di Giorgio Morandi che:”….L’arte, prima che un momento autonomo e distinto dello spirito umano è una traduzione ‘specifica’ e adeguata d’una determinata concezione della vita generata da un determinato esistere nella vita”. A me pare che simile definizione sia estremamente adeguata e calzante per definire, determinare e circoscrivere l’arte pittorica di Karin Feurich che nei suoi eccellenti lavori riesce a dar vita ad una propria personalissima, poetica in quanto espressione di una concezione della vita nata da un determinato, e tutto suo, modo di proporsi e di porsi alla e nella vita. Da tutto ciò prende vita una singolare creazione poetica nella quale la brava pittrice, tedesca di origine ma oramai italiana per adozioni e affetti, profonde i sentimenti più veri e più intimi del proprio essere donna, e artista, riuscendo a proporre una pittura di forte impatto estetico, di gradevole piacevolezza e di sicura resa emotiva.
Karin Feurich, nei suoi bei lavori ad olio riesce a tal punto ad immedesimarsi con quel particolare scorcio, quella singolare luce, quel caratteristico paesaggio, quella peculiare tonalità coloristica, da divenire essa stessa parte integrante e sostanziale della propria opera pittorica, da confondersi con quelle tonalità, quelle luci, quelle poetiche presenze che la sua anima riesce a cogliere, la sua mente a sintetizzare e la sua mano a tradurre in colorate pennellate cariche di partecipazione e amore. Insomma nella pittura della Feurich si può cogliere la grande sensibilità dell’artista, la partecipata commozione della donna, la sagace perizia della pittrice in un fondersi e amalgamarsi di emozioni, impressioni, considerazioni, desideri e poetiche speranze. Luciano Lerpri
Karin Feurich, nei suoi bei lavori ad olio riesce a tal punto ad immedesimarsi con quel particolare scorcio, quella singolare luce, quel caratteristico paesaggio, quella peculiare tonalità coloristica, da divenire essa stessa parte integrante e sostanziale della propria opera pittorica, da confondersi con quelle tonalità, quelle luci, quelle poetiche presenze che la sua anima riesce a cogliere, la sua mente a sintetizzare e la sua mano a tradurre in colorate pennellate cariche di partecipazione e amore. Insomma nella pittura della Feurich si può cogliere la grande sensibilità dell’artista, la partecipata commozione della donna, la sagace perizia della pittrice in un fondersi e amalgamarsi di emozioni, impressioni, considerazioni, desideri e poetiche speranze. Luciano Lerpri
Mostre collettive: 1999 - Galleria GTL Ponte Chiasso 2000 - Galleria GTL Ponte Chiasso 2001 - Accademia di Brera - Milano : Mostra Parini 2002 - Gruppo Pittori Bagutta - Milano 2003 - Gruppo Pittori Bagutta - Milano 2004 - Gruppo Pittori Bagutta - Milano, antica chiesetta di Baranzate e nella Fortezza medicea di Cortona, Legnano : 1° concorso di pittura 2005 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio - Milano, Legnano : 2° concorso di pittura 2006 - Galleria Minerva di Perugia; Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio - Milano 2007 - Basilica di Santa Maria, sagrestia del Bramante, Milano - Gruppo Pittori Bagutta Galleria Chagall, Milano - Camminarte, Brunate (CO) - Villa Igea, Locarno - Palazzo Cusani (MI) 2008 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo 2009 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo - Mostra «Centofirme», Lissone - Archivio del ‘900 (MI) - Mostra cafè Gallery (MI) - Mostra Guicciardini (MI) 2010 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo 2011 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo - Galleria OpenArt (MI) - Hotel Enterprise 2012 - Sondrio, Sala Comunale - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Crocifissione al Cenacolo di Bagutta 2012 - 2015 - Mostre collettive a Milano e Torino
Mostre personali: 2000 - Centro Arte e Cultura Sarteano (SI) - Galleria GTL, Ponte Chiasso 2001 - 2002 - 2003 - Centro Arte e Cultura Sarteano (SI) 2004 - «Arte Contemporanea», Fortezza medicea, Cortona 2005 - Galleria Minerva (PG) - Torchio Carimate con il patrocinio del Comune 2006 - «San Pietro» via Varese (MI) - «COVA», via Montenapoleone (MI) 2016 - Galleria, c.so Porta Ticinese (MI) a cura di Valentina Cavera Concorsi e premi: 2005 - 2° concorso di pittura a Legnano 2008 - Concorso per «VERGA», premio a Palazzo marino (MI) 2009 - Concorso «Infortunio sul lavoro» - Premio nazionale New Holland 2010 - Mostra «Ciclisti», aspettando il Giro d’Italia a Bormio
NAVIGAZIONE
SOCIAL
INDIRIZZO Piazzale Loreto 20131 Milano ITALIA
Realizzazione grafica by Luciano Curtarello© - Tutti i diritti riservati - ©Karin Feurich 2019 - C.F. FRCKRN42R58Z112K - Rev. Febbraio 2021|Mod. 001
«Every artist dips his brush in his own soul and paints its natur» That is what I am feeling and doing. I followed my instinct and enrolled in 1998 at «Accademy of Brera» in Milan where I develloped my talent of painting. I love bright colors painting landscapes with strong brushstrokes and spatura and soft glazing colors. And what I want is to transmet emotions to who is looking at my paintings. Enjoy it and let me know what do you think about.
In Leipzig geboren, habe ich mich in Italien verheiratet, wo ich noch heute in der Nähe von Mailand mit meiner Familie lebe. «Jeder Künstler taucht seinen Pinsel in seine Seele und malt seine Natur» Das ist, was ich empfinde und in meiner Freizeit mit großer Vorliebe tue. Musik sowie Kunst begeistert mich. In den kräftigen und leuchtenden Farben meiner Malerei sowie Experimenten im Vorgang einer eigenen Technik spiegelt sich meine Natur. Ich besuchte die Akademie Brera in Mailand, wo ich mit Erfolg meine Neigung zur Malerei entwickelte. Von der Zeit an nehme ich an verschiedenen Ausstellungen teil, u.a. auch in via Bagutta und am Naviglio und arbeite sehr oft in der Toskana.
«Every artist dips his brush in his own soul and paints its natur» That is what I am feeling and doing. I followed my instinct and enrolled in 1998 at «Accademy of Brera» in Milan where I develloped my talent of painting. I love bright colors painting landscapes with strong brushstrokes and spatura and soft glazing colors. And what I want is to transmet emotions to who is looking at my paintings. Enjoy it and let me know what do you think about.
Karin Feurich risveglia il suo istinto pittorico in modo del tutto naturale, l’artista appare con l’esuberanza pittorica che distingue le sue opere. Tratti carichi di emotività espressiva, volutamente attenti al particolare, che conducono la sua dimensione pittorica in un universo multicolore, dove le sue deduzioni assumono la forma desiderata, per dare vita a tratti somatici con i segni dell’anima.
Karin Feurich risveglia il suo istinto pittorico in modo del tutto naturale, l’artista appare con l’esuberanza pittorica che distingue le sue opere. Tratti carichi di emotività espressiva, volutamente attenti al particolare, che conducono la sua dimensione pittorica in un universo multicolore, dove le sue deduzioni assumono la forma desiderata, per dare vita a tratti somatici con i segni dell’anima.
La sua pittura è ricca di impostazione tecnica ma anche di una spiritualità culturale. Karin Feurich è un’artista che sa bene la definizione del fare Arte; quella cioè di agire in assoluta libertà, senza ruoli prefissati ed accademistici, che a volte atrofizzano la frizzante energia della creatività instintiva Ennio Romano
La sua pittura è ricca di impostazione tecnica ma anche di una spiritualità culturale. Karin Feurich è un’artista che sa bene la definizione del fare Arte; quella cioè di agire in assoluta libertà, senza ruoli prefissati ed accademistici, che a volte atrofizzano la frizzante energia della creatività instintiva Ennio Romano
In Leipzig geboren, habe ich mich in Italien verheiratet, wo ich noch heute in der Nähe von Mailand mit meiner Familie lebe. «Jeder Künstler taucht seinen Pinsel in seine Seele und malt seine Natur» Das ist, was ich empfinde und in meiner Freizeit mit großer Vorliebe tue. Musik sowie Kunst begeistert mich. In den kräftigen und leuchtenden Farben meiner Malerei sowie Experimenten im Vorgang einer eigenen Technik spiegelt sich meine Natur. Ich besuchte die Akademie Brera in Mailand, wo ich mit Erfolg meine Neigung zur Malerei entwickelte. Von der Zeit an nehme ich an verschiedenen Ausstellungen teil, u.a. auch in via Bagutta und am Naviglio und arbeite sehr oft in der Toskana.
Mostre
Karin Feurich
Ogni artista intinge il suo pennello nella propria anima e dipinge la propria natura nei suoi quadri Henry Ward Beecher
Biografia e Critiche
Nata a Lipsia in Germania, si sposa e vive con la sua famiglia a Carimate (Co). Riprendendo una naturale dote per la pittura, nel 1998 s’iscrive all’Accademia di Brera e frequenta il corso di pittura della Scuola degli Artefici con la professoressa/pittrice Luciana Manelli e termina con un Diploma. Partecipa alle esposizioni del Gruppo Culturale Pittori di Via Bagutta e del Naviglio. Opera a Milano ed in Toscana, dove è impegnata in numerosi programmi d’Arte, mostre personali e collettive.
Francesco Arcangeli, il grande storico dell’arte, ebbe a scrivere a proposito di Giorgio Morandi che:”….L’arte, prima che un momento autonomo e distinto dello spirito umano è una traduzione ‘specifica’ e adeguata d’una determinata concezione della vita generata da un determinato esistere nella vita”. A me pare che simile definizione sia estremamente adeguata e calzante per definire, determinare e circoscrivere l’arte pittorica di Karin Feurich che nei suoi eccellenti lavori riesce a dar vita ad una propria personalissima, poetica in quanto espressione di una concezione della vita nata da un determinato, e tutto suo, modo di proporsi e di porsi alla e nella vita. Da tutto ciò prende vita una singolare creazione poetica nella quale la brava pittrice, tedesca di origine ma oramai italiana per adozioni e affetti, profonde i sentimenti più veri e più intimi del proprio essere donna, e artista, riuscendo a proporre una pittura di
forte impatto estetico, di gradevole piacevolezza e di sicura resa emotiva. Karin Feurich, nei suoi bei lavori ad olio riesce a tal punto ad immedesimarsi con quel particolare scorcio, quella singolare luce, quel caratteristico paesaggio, quella peculiare tonalità coloristica, da divenire essa stessa parte integrante e sostanziale della propria opera pittorica, da confondersi con quelle tonalità, quelle luci, quelle poetiche presenze che la sua anima riesce a cogliere, la sua mente a sintetizzare e la sua mano a tradurre in colorate pennellate cariche di partecipazione e amore. Insomma nella pittura della Feurich si può cogliere la grande sensibilità dell’artista, la partecipata commozione della donna, la sagace perizia della pittrice in un fondersi e amalgamarsi di emozioni, impressioni, considerazioni, desideri e poetiche speranze. Luciano Lerpri
Mostre collettive: 1999 - Galleria GTL Ponte Chiasso 2000 - Galleria GTL Ponte Chiasso 2001 - Accademia di Brera - Milano : Mostra Parini 2002 - Gruppo Pittori Bagutta - Milano 2003 - Gruppo Pittori Bagutta - Milano 2004 - Gruppo Pittori Bagutta - Milano, antica chiesetta di Baranzate e nella Fortezza medicea di Cortona, Legnano : 1° concorso di pittura 2005 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio - Milano, Legnano : concorso di pittura 2006 - Galleria Minerva di Perugia; Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio - Milano 2007 - Basilica di Santa Maria, sagrestia del Bramante, Milano - Gruppo Pittori Bagutta Galleria Chagall, Milano - Camminarte, Brunate (CO) - Villa Igea, Locarno - Palazzo Cusani (MI) 2008 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo 2009 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo - Mostra «Centofirme», Lissone - Archivio del ‘900 (MI) - Mostra cafè Gallery (MI) - Mostra Guicciardini (MI) 2010 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo 2011 - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Asco Duomo - Galleria OpenArt (MI) - Hotel Enterprise 2012 - Sondrio, Sala Comunale - Gruppo Pittori Bagutta e del Naviglio, Milano - Crocifissione al Cenacolo di Bagutta 2012 - 2015 - Mostre collettive a Milano e Torino
Mostre personali: 2000 - Centro Arte e Cultura Sarteano (SI) - Galleria GTL, Ponte Chiasso 2001 - 2002 - 2003 - Centro Arte e Cultura Sarteano (SI) 2004 - «Arte Contemporanea», Fortezza medicea, Cortona 2005 - Galleria Minerva (PG) - Torchio Carimate con il patrocinio del Comune 2006 - «San Pietro» via Varese (MI) - «COVA», via Montenapoleone (MI) 2016 - Galleria, c.so Porta Ticinese (MI) a cura di Valentina Cavera Concorsi e premi: 2005 - 2° concorso di pittura a Legnano 2008 - Concorso per «VERGA», premio a Palazzo marino (MI) 2009 - Concorso «Infortunio sul lavoro» - Premio nazionale New Holland 2010 - Mostra «Ciclisti», aspettando il Giro d’Italia a Bormio
NAVIGAZIONE
SOCIAL
INDIRIZZO Piazzale Loreto 20131 Milano ITALIA
©Karin Feurich 2019 - C.F. FRCKRN42R58Z112K Realizzazione grafica by Luciano Curtarello© - Tutti i diritti riservati - Rev.Febbraio 2021|Mod. 001
In Leipzig geboren, habe ich mich in Italien verheiratet, wo ich noch heute in der Nähe von Mailand mit meiner Familie lebe. «Jeder Künstler taucht seinen Pinsel in seine Seele und malt seine Natur» Das ist, was ich empfinde und in meiner Freizeit mit großer Vorliebe tue. Musik sowie Kunst begeistert mich. In den kräftigen und leuchtenden Farben meiner Malerei sowie Experimenten im Vorgang einer eigenen Technik spiegelt sich meine Natur. Ich besuchte die Akademie Brera in Mailand, wo ich mit Erfolg meine Neigung zur Malerei entwickelte. Von der Zeit an nehme ich an verschiedenen Ausstellungen teil, u.a. auch in via Bagutta und am Naviglio und arbeite sehr oft in der Toskana.
«Every artist dips his brush in his own soul and paints its natur» That is what I am feeling and doing. I followed my instinct and enrolled in 1998 at «Accademy of Brera» in Milan where I develloped my talent of painting. I love bright colors painting landscapes with strong brushstrokes and spatura and soft glazing colors. And what I want is to transmet emotions to who is looking at my paintings. Enjoy it and let me know what do you think about.
Karin Feurich risveglia il suo istinto pittorico in modo del tutto naturale, l’artista appare con l’esuberanza pittorica che distingue le sue opere. Tratti carichi di emotività espressiva, volutamente attenti al particolare, che conducono la sua dimensione pittorica in un universo multicolore, dove le sue deduzioni assumono la forma desiderata, per dare vita a tratti somatici con i segni dell’anima.
La sua pittura è ricca di impostazione tecnica ma anche di una spiritualità culturale. Karin Feurich è un’artista che sa bene la definizione del fare Arte; quella cioè di agire in assoluta libertà, senza ruoli prefissati ed accademistici, che a volte atrofizzano la frizzante energia della creatività instintiva Ennio Romano